AMORE CANNIBALE: CHI MANGIA CHI? IDENTITÀ FEMMINILE E RICATTO AFFETTIVO - Université de Lille Accéder directement au contenu
Chapitre D'ouvrage Année : 2017

AMORE CANNIBALE: CHI MANGIA CHI? IDENTITÀ FEMMINILE E RICATTO AFFETTIVO

Résumé

L'articolo si basa soprattutto su "Lettere a Marina", con qualche accenno più marginale ad altre opere, e si concentra sull'identità femminile e sul ricatto sentimentale. "Lettere a Marina" è in bilico tra autobiografia e romanzo, si riconoscono in filigrana alcune persone che hanno ispirato i personaggi (la nonna, i genitori, il marito...) e alcune esperienze di cui Dacia Maraini ha parlato nei suoi testi biografici. L'analisi viene condotta sulla tendenza femminile a farsi "mangiare", cioè sul problema del come riuscire conservare un'identità propria senza cedere ai ricatti affettivi divoranti, che siano di coppia, nei rapporti familiari o nelle amicizie. Questo permette non solo di affrontare il discorso sul femminismo, ma anche di fare una rapida analisi di testi di alcune altre autrici, come Annie Vivanti, Sibilla Aleramo, Alba de Cespedes, che hanno affrontato questo tema in altre epoche.
Fichier principal
Vignette du fichier
Amore cannibale.pdf (236.18 Ko) Télécharger le fichier
Origine : Fichiers produits par l'(les) auteur(s)

Dates et versions

hal-01774284 , version 1 (23-04-2018)

Identifiants

  • HAL Id : hal-01774284 , version 1

Citer

Antonella Mauri. AMORE CANNIBALE: CHI MANGIA CHI? IDENTITÀ FEMMINILE E RICATTO AFFETTIVO. Curiosa di Mestiere, saggi su Dacia Maraini (Bertone, Manuela/Meazzi Barbara, Pisa, ETS 2017, p. 69-80), 2017. ⟨hal-01774284⟩
66 Consultations
228 Téléchargements

Partager

Gmail Facebook X LinkedIn More