Accéder directement au contenu Accéder directement à la navigation
Article dans une revue

Il re soldato: l’immagine di Vittorio Emanuele III nella prima metà del XX° secolo attraverso le Copertine della Domenica del Corriere

Résumé : Nonostante avesse ricevuto, come tutti i Savoia, una rigida educazione militare, Vittorio Emanuele III non pareva avere né le doti né il physique du rôle adatti ad incarnare l’immagine soldatesca e bellicosa dell’Italia del XX° secolo. Eppure, grazie ad un accurato lavoro di propaganda, l’immagine di questo re quasi deforme, gracile e di statura imbarazzante, è diventata il simbolo stesso del soldato italiano nell’immaginario collettivo. Poco amato da Mussolini, che egli del resto ricambiava, la sua immagine di « re soldato » veniva comunque utilizzata per servire la causa fascista, dato che Mussolini non poteva tenere in pugno l’esercito senza il re. Il monarca legittimo funzionava da elemento catalizzatore, intanto in quanto capo dell’esercito italiano ed era molto più ben visto di Mussolini da ufficiali e truppa. E, a differenza di Mussolini, il re poteva anche essere additato come esempio da imitare e seguire a dei fascisti assai tiepidi o a dei non fascisti. Presentato dalla propaganda come incarnazione di molteplici virtù, in particolare la sobrietà, il coraggio e la modestia, appariva non solo un’ottima icona del soldato ideale, ma anche del fascista ideale. Vittorio Emanuele si ritroverà così, col tempo e suo malgrado, a incarnare anche l’icona del « nuovo soldato » fascista. Il ridicolo in cui sprofondano questi ritratti fascistizzanti del re non viene nemmeno percepito dal pubblico dell’epoca, rimasto fondamentalmente affezionato all’idea del buon « re soldato » della Grande Guerra. L’immagine di questo re ostinatamente attaccato all’esercito e alla vita militare nonostante i suoi handicap ha colpito intensamente l’immaginario italiano, lasciando delle tracce molto più profonde di quanto generalmente si creda. Il supporto utilizzato per illustrare questa parabola, da autentico soldato uscito da una dura guerra a macchietta in elmetto o in feluca piumata « imperiale », sarà principalmente la Domenica del Corriere, con le famose copertine di Achille Beltrame, al tempo stesso propagandistiche e realistiche, anche quando tentano di camuffare i difetti del modello e la sua scarsa marzialità.
Liste complète des métadonnées

https://hal.univ-lille.fr/hal-01777491
Contributeur : Mauri Antonella <>
Soumis le : mardi 24 avril 2018 - 17:47:49
Dernière modification le : mercredi 1 juillet 2020 - 03:22:08

Fichier

il re soldato.pdf
Fichiers produits par l'(les) auteur(s)

Identifiants

  • HAL Id : hal-01777491, version 1

Collections

Citation

Antonella Mauri. Il re soldato: l’immagine di Vittorio Emanuele III nella prima metà del XX° secolo attraverso le Copertine della Domenica del Corriere . Italies, Centre aixois d'études romanes, 2016. ⟨hal-01777491⟩

Partager

Métriques

Consultations de la notice

61

Téléchargements de fichiers

91